La rosa dell'esilio: Giuseppe Antonio Borgese dal mito europeo all'utopia americana: 1931-1949

Immagine: Copertina "La rose dell'esilio"
Descrizione breve: Volume in cui per la prima volta viene analizzata in modo organico l'attività politico-letteraria di Giuseppe Antonio Borgese, collegando i due grandi periodi della sua vita, quello europeo e quello americano.
Anno: 2013
Numero pagine: 359

Sommario

  • Introduzione

CAPITOLO PRIMO: CORRISPONDENZE BERLINESI

  1. Il poeta Benno Geiger
  2. Otto Freiherr von Taube: un barone d’Estonia
  3. Hermann Keyserling: «il mago dello spirito»
  4. La «Chicago sulla Sprea»

CAPITOLO SECONDO: VERSO LA GRANDE GUERRA

  1. Un germanista italiano
  2.  Amici Goethe e Kant, sed magis amica Italia
  3. Tra militanza e diplomazia

CAPITOLO TERZO: WANDERER

  1. Pagine sparse di critica e di storia
  2. Mayerling
  3. Odeporica
  4. Südtirolerfrage
  5. Tempesta nel nulla

CAPITOLO QUARTO: ESAME DI COSCIENZA

  1. Millenovecentotrentuno
  2. Lettera a Il Saggiatore
  3. I Memoriali
  4. Goliath

CAPITOLO QUINTO: NUOVA ATLANTIDE

  1. Stati Uniti: appunti di viaggio
  2. Può la cultura sopravvivere in esilio?
  3. La città dell’Uomo

CAPITOLO SESTO: IL SOGNO DI ULISSE

  1. L’utopia mondialista
  2. Idea della Russia
  3. Dove l’oceano ha fine
  4. Il Goethe di Aspen
  5. La Repubblica delle Lettere
  • Riferimenti bibliografici
  • Indice dei nomi