Bezzecca 1866. La campagna garibaldina fra l’Adda e il Garda (con cartografie)

Immagine: Copertina Bezzecca 1866
Descrizione breve: Ricostruzione storico-militare della battaglia di Bezzecca fra le truppe garibaldine e quelle austroungariche (1866).
Anno: 1987
Numero pagine: 413

Sommario

  • Premessa
  • Lettera ai lettori
  • La valutazione della stampa
  • Il testo
  • Cenni storici diplomatici sulla preparazione della guerra del 1866
  • Organizzazione dell’esercito nazionale ed incarichi di comando a Garibaldi
  • Costituzione del Corpo Volontari e piani di impegno
  • Dislocazione delle truppe garibaldine alla preparazione. 18 giugno
  • Entrata in campagna del corpo volontari (primo combattimento di Ponte Caffaro)
  • La difesa di Brescia
  • La battaglia di monte Suello e Caffaro. Le vittime della battaglia da parte austriaca
  • Il rapporto sulla battaglia di monte Suello del colonnello Corte
  • La difesa delle Valli Tellina e Camonica. Il combattimento di Vezza d’Oglio
  • La relazione sul combattimento di Vezza d’Oglio del maggiore Caldesi
  • Relazione sulla battaglia di Vezza d’Oglio del capitano Oliva
  • Assunzione di uno nuovo schieramento e i due combattimenti di Lodrone
  • Periodo di stasi e ammaestramenti tattici
  • Le operazioni in Valtellina. Il combattimento del Reit (diroccamento)
  • Assunzione nuovo schieramento tattico del Corpo Volontari (Storo)
  • Il trasferimento del 4° reggimento garibaldini dalla Valcamonica alla Val Giudicarie Inferiori
  • Movimenti e azioni in Val Giudicarie. Combattimenti al Ponte di Cimego, Rocca Pagana, Condino. Nuovo schieramento delle truppe austriache
  • Le decisioni del maggiore Grunne a monte Giovo e in Val di Ledro
  • Piccole operazioni in Valtellina
  • Operazioni sul Lago di Garda
  • L’assedio del Forte d’Ampola e la sua conquista
  • L’avvio delle operazioni verso la Val di Ledro. Critiche
  • Le operazioni in Val di Ledro del 2° reggimento Garibaldini. Combattimenti di Passo Nota, Molina, Pieve di Ledro
  • La battaglia di Bezzecca: inizio dei movimenti dei reparti austriaci ed italiani convergenti su Bezzecca, i piani di azione
  • Lo sviluppo dell’azione in Val Concei. Il primo attacco (Battaglione Martinelli)
  • Le incertezze del comando
  • La campagna del 10° reggimento
  • La batteria Olivieri
  • Si delinea la disfatta. L’arrivo di Garibaldi imprime nuovo vigore all’azione. Il contrattacco. I kaiserjäger minacciosi
  • L’azione del 2° reggimento «Spinazzi»
  • Il mancato inseguimento. La tentata sollevazione delle genti trentine
  • Le disposizioni per il proseguimento delle operazioni. Nuovi concetti operativi. L’azione su Riva dal Ponale
  • La battaglia di Bezzecca vista dagli austriaci
  • La rinnovata azione austriaca in Val del Chiese. Il ripiegamento degli austriaci. La preparazione per l’attacco ai Forti di Lardaro
  • La tregua d’armi
  • Modifiche allo schieramento austriaco e disposizioni di Garibaldi
  • La proroga della tregua d’armi. Nuova dislocazione delle truppe garibaldine
  • L’ora dell’obbedisco
  • Il dispaccio del Kuhn a Vienna dopo la conquista da parte dei Medici di Levico
  • Lo sgombero del Trentino delle truppe Garibaldine e nuova disposizione delle stesse
  • Da «Le memorie di Garibaldi» 1872
  • Il Corpo dei Volontari
  • Le opere di fortificazione austriache e le truppe
  • I nuovi progetti per la liberazione del Trentino e rinvio a tempi più favorevoli
  • I proclami
  • La spedizione Medici in Valsugana
  • Il caso Haug
  • Cinquant’anni dopo. 

Le note

  • Gli uomini: a) Persone citate nel testo. b) I Volontari trentini nel 1866
  • I mezzi: Reparti ed armi
  • L’ambiente: a) Elementi topografici. b) Cartografia
  • I Fatti: Diario degli avvenimenti
  • Le illustrazioni
  • Le fonti informative: bibliografia

Fuori testo: celebrazioni del centenario (1966).

Note

2. ed. riveduta e corretta
Volume esaurito