AltreStorie

Periodico cartaceo

AltreStorie n. 63

Prezzo solo online:

€ 1,90

€ 2,00
Periodico cartaceo

AltreStorie n. 63

Descrizione

Metà del XV secolo: sulla scena europea accade qualcosa di rivoluzionario. A Magonza, Johannes Gutenberg introduce per la prima volta nella stampa l’uso dei caratteri mobili: una tecnica innovativa consistente in un parallelepipedo di acciaio, il cosiddetto punzone, sulla cui testa è inciso, in rilievo e a rovescio, un segno tipografico. Tanti punzoni costituiscono la matrice sulla cui base vengono prodotti per fusioni i caratteri. Tali caratteri composti in un vassoio a formare un testo, sono poi inchiostrati e impressi sulla carta. Sistemi di stampa analoghi con matrici di legno, caratteri mobili in argilla e quindi in legno erano già stati introdotti in Cina rispettivamente nel VI secolo, nel 1041 e nel 1298; la vera svolta sarà impressa però dall’orafo di Magonza. Il processo di stampa conoscerà ulteriori miglioramenti a partire dal secolo XIX: nel 1843 fu inventata la rotativa, la prima macchina tipografica; nel 1875 Robert Barclay inventò la tecnica di stampa offset; nel 1885 fu introdottala linotype, una macchina per la composizione tipografica molto simile per funzionamento alla macchina da scrivere; nel 1971, infine, fu sviluppata la tecnologia laser e la possibilità per chiunque di stampare autonomamente qualunque cosa di sua utilità. Tante innovazioni, per tacere delle più recenti, rivolte alla soddisfazione di una crescente domanda di informazione e di apprendimento e nella quale furono coinvolte decine e decine di migliaia di imprese editoriali in tutto il mondo. In questo numero di Altrestorie si vuole parlare proprio di queste “fabbriche” di libri, che nei cinque secoli passati hanno contribuito a coltivare e favorire la trasmissione culturale a mezzo stampa (oggi anche digitale) quale strumento fondamentale di quella crescita civile che non può porsi solo come fine teorico ma obiettivo concreto di quanti hanno a cuore il benessere della società (rt).

Indice

  • Essenza e futuro delle biblioteche, di Luciano Canfora
  • La Cronaca del mondo: Die Weltchronik di Anton Koberger, di Danilo Curti e Arnaldo Loner
  • Le regole dell’esperienza: precetti e conoscenze nel libro dei segreti, di Emanuela Renzetti e Rodolfo Taiani
  • Lettori di Dante: la fortuna della Commedia a stampa, di Anna Pegoretti
  • La stamperia ebraica di Riva del Garda di Jacob Marcaria (1557-1563), di Federica Fanizza
  • Libri italiani per ragazzi fra Otto e Novecento, di Quinto Antonelli
  • La parola trasversale, di Maurizio Scudiero
  • Desiderio Chilovi: da editore a bibliotecario, di Elena Libardi
  • Inviati speciali ‘dentro’ la storia: i ‘Libri verdi’ Mondadori, di Mirko Saltori
  • I libri di Adriano: brevi note sulla storia delle Edizioni di Comunità, di Ugo Pistoia
  • Eugenio Pellegrini e la publiprint: cronaca di un progetto editoriale, di Davide Leveghi
  • La tipoteca di Cornuda: viaggio nel tempo di un bibliofilo, di Arnaldo Loner

Info@museo n. 15

  • "Spettacolo": un percorso che emoziona e meraviglia
  • Una serata dedicata al Cinema Astra
  • Il cinquantenario del Secondo Statuto di autonomia
  • History Lab passa sul canale 12
  • Su History Lab 18 puntate dedicate alle minoranze linguistiche trentine
  • Le nuove mostre in corso