La vita nella città fortezza

Date: 01 Gennaio 2011 - 31 Dicembre 2011

La ricerca si colloca nel progetto pluriennale dedicato a investigare la storia di Trento dal punto di vista della presenza militare in città. In questo caso il focus della ricerca è la ricostruzione della storia della città nel periodo della prima guerra mondiale. La produzione storica locale si è concentrata negli anni scorsi sui profughi trentini e sugli aspetti più strettamente militari (forti, strutture difensive) mentre la vita di chi rimase a Trento non ha ricevuto specifiche attenzioni.

Il filone di ricerca prende spunto dagli studi di Gerd Pircher, Militari, amministrazione e politica in Tirolo meridionale durante la prima guerra mondiale (Trento: Studi trentini di scienze storiche, 2005) e di Matthias Rettenwander, Eroismo silenzioso?: storia economica e sociale del Tirolo nella prima guerra mondiale (Trento: Studi trentini di scienze storiche, 2006).

Lo studio dedicato alla vita nella città fortezza trova un riscontro anche in altre ricerche, ugualmente mosse dall’attenzione per i civili, che sono state avviate in altre città italiane, come testimonia il volume di Paolo Pozzato, E Bassano andò alla guerra 1914 -1918 (Bassano del Grappa: Fraccaro, 2010).

Partendo dall'analisi di diari e di alcuni recenti saggi pubblicati sul territorio, il lavoro prevede l'utilizzo di due principali fonti primarie. La prima consiste nel periodico dal titolo Il risveglio tridentino, unico quotidiano presente a Trento, che fornisce giorno per giorno la cronistoria degli avvenimenti locali: dagli avvisi alle restrizioni a cui era soggetta la popolazione, sino ai luoghi ad essa messi a disposizione. Contemporaneamente è oggetto d'analisi anche la documentazione presente presso il fondo Ordinamento austriaco depositato presso l'Archivio storico del Comune di Trento. Data la vastità dei contenuti di tale fondo si è deciso di limitare la ricerca ad alcune delle più importanti categorie tematiche, contenute nelle serie Protocollo atti presidialiPatrimonio comunaleCircolari militariRequisizioni.

Ricercatore impegnato: Davide Bagnaresi