Gli archivi della Vallagarina: fonti per lo studio dell’emigrazione trentina negli anni settanta del XIX secolo

Date: 01 Luglio 2010 - 30 Giugno 2012

Il progetto, affidato al ricercatore Fabio Bertolissi, laureato in antropologia storica presso l’università Ca' Foscari a Venezia con una tesi sull’emigrazione aldenese (da Aldeno, provincia di Trento)  verso la Bosnia e l’Agro pontino, consiste nella ricognizione e nello spoglio degli archivi della Vallagarina, in primo luogo i fondi parrocchiali e comunali.
Il fine della ricerca è quello di ricostruire l'esperienza migratoria dal Trentino alla fine del XIX secolo.
L'attività di ricerca sarà svolta nei 31 archivi storici dei comuni lagarini in attività all'epoca dell'emigrazione in Brasile: Ala, Avio, Besenello, Borghetto, Brentonico, Calliano, Castellano, Isera, Lenzima, Lizzana, Manzano, Marano, Marco, Mori, Noarna, Nogaredo, Nomesino, Nomi, Noriglio, Pannone, Patone, Pedersano, Pilcante, Pomarolo, Ronzo Chienis, Rovereto, Sacco, Sasso,Terragnolo, Villalagarina, Volano.
La ricerca verrà svolta anche negli archivi parrocchiali lagarini di Ala, Albaredo, Avio, Besagno, Besenello, Borghetto, Brentonico, Calliano, Camposilvano, Castellano, Castione, Chizzola, Cornè, Crosano, Isera, Lenzima, Lizzana, Lizzanella, Manzano, Marano, Marco, Matassone, Mori, Noarna, Nomi, Noriglio, Pannone, Parrocchia, Patone, Pedersano, Pilcante, Pomarolo, Prada, Riva di Vallarsa, Ronzo Chienis, Rovereto, Sabbionara, Sacco, Sant'Anna di Vallarsa, Santa Margherita, Sasso, Savignano, Serravalle, Terragnolo, Trambileno, Valmorbia, Villa Lagarina,Volano, Vo' Sinistro.
Sarà inoltre analizzato il materiale documentario conservato presso l'Archivio di Stato di Trento, in particolar modo una quarantina di buste riferibili alle seguenti serie: Presidiali-Luogotenenza di Trento, Consigliere Aulico, Commissariato di Polizia, Capitanato Distrettuale di Rovereto.

Stato di avanzamento al 31 gennaio 2012

L'attività di ricerca si è concentrata sui fondi archivistici prodotti dall'attività amministrativa dei comuni di Ala ed Avio.
Nello specifico, per quanto concerne il fondo del comune di Ala sono in corso di consultazione le seguenti serie:

"Anagrafe" (1811-1890; 1901-1915; 7 buste),
"Coscrizioni" (1809-1900; 1908-1915; 11 buste),
"Congregazione di carità" (1809-1915; 10 buste),
"Illegittimi" (1809-1915; 3 buste),
"Matrimoni" (1809-1900; 5 buste),
"Militari, Bersaglieri Leva in massa" (1809-1915; 3 buste),
"Polizia" (1809-1894; 1901-1915 12 buste),
"Nascite e morti" (1809-1915; 8 buste),
"Incolato passaporti Emigrazione-Immigrazioni" (1809-1915; 7 buste),
"Ruoli della popolazione" (1850-1890; 10 registri);
"Registro delle famiglie assunte e cedute (1901-1912; 1 registro);
"Protocollo indigeni" (XX sec.; 4 registri).
Nell'archivio del comune di Ala sono in corso di consultazione conservano i fondi dei cessati comuni di Ronchi, S. Margherita, Serravalle, Pilcante e Chizzola.

La consultazione in corso presso l'archivio comunale di Avio ha preso in considerazione le seguenti serie:

"Registri della popolazione",(1850-1900; 6 buste), nei quali sono contenuti dati riferibili alle comunità di Sabbionara, Vò Destro, Vò Sinistro, Masi e Mama d'Avio;
"Passaporti" (1851-1861; 1 registro);
"Registri dei certificati di passaporto" (1853-1889; 9 registri);
"Registri della leva in massa (1871-1910; 36 registri);
"Repertori degli atti" (1810-1873, 1879; 5 registri).
Allo stato attuale dell'indagine sono stati individuati oltre 1000 nominativi di migranti - 560 circa originari di Ala e altri 530 circa originari di Avio e zone limitrofe - attribuibili a persone che intrapresero una o più esperienze di migrazione temporanee, altrimenti definitive, nell'intervallo compreso tra l'anno 1850 e l'anno 1900. Nel presente lavoro di censimento sono state considerate mete migratorie valide tutte le esperienze di trasferimento dal luogo di origine, comprese quelle avvenute all'interno dell'impero austroungarico.
Assieme alle operazioni di individuazione e registrazione delle fonti contenenti dati utili alla ricostruzione delle emigrazioni, è stata eseguita la riproduzione digitale 2300 documenti.

Ricercatore impegnato: Fabio Bertolissi