Sguardi sulla montagna: verso i 150 anni della Sat (1872-2022)

Trento , Le Gallerie

Dal: 25 Settembre 2020

Al: 07 Febbraio 2021

La mostra  - promossa dalla Fondazione Museo storico del Trentino con la Società degli alpinisti trentini - è pensata come momento introduttivo alle celebrazioni per il 150° anniversario di fondazione della SAT (1872-2022) e intende raccontare come è stata percepita la montagna in Trentino dalla seconda metà dell’800 ai giorni nostri.

Il percorso espositivo pone al centro della narrazione la pluralità delle “rappresentazioni” riguardanti l’andare, il conquistare e il vivere la montagna. Non esiste “una sola montagna”, ma “tante montagne” a seconda della prospettiva dalla quale la si osserva.

L’iniziativa è rivolta a un pubblico di visitatori il più ampio possibile, con un’attenzione particolare al mondo della scuola e all’educazione alla cittadinanza: il paesaggio alpino inteso come uno spazio di vita in continua trasformazione. In questo senso, l’iniziativa intende raccontare non soltanto una storia di territorio ma promuovere una visione culturale che renda più consapevoli e responsabili le comunità e i singoli, a partire dalle nuove generazioni che si stanno formando.

Coerentemente con la tipologia dello spazio espositivo, la mostra ha carattere immersivo e consente di valorizzare i materiali anche da un punto di vista scenografico: fotografie d’epoca, cartoline, materiali filmici, manifesti pubblicitari e oggetti. 

La mostra si articola in 10 postazioni tematiche che ripercorrono, mediante una serie di sguardi, alcune delle principali modalità con cui è stato percepito e vissuto l’ambiente alpino nel passaggio dalla modernità alla contemporaneità. 

Le prime postazioni fanno largo uso di materiali fotografici, raccontando gli sguardi di alcuni grandi alpinisti, fotografi e viaggiatori, che, per primi, guardarono alle montagne del Trentino come a un terreno da scalare e da fotografare: John Ball, Francis Fox Tuckett, Douglas W. Freshfield, Paul Grohmann,Julius Payer, Giovanni Battista Unterveger, Giuseppe Garbari, Giovanni Pedrotti e Giovanni Battista Trener. Emergono, in queste postazioni, l’avventura dei primi alpinisti vittoriani, la volontà di conquista della vetta, la nascita della SAT e i suoi legami con i fotografi del Trentino, le tendenze irredentistiche e le questioni di confine, la costruzione dei primi rifugi, la nascita del turismo, lo scoppio della guerra e il tema della ricostruzione.  

Altre postazioni, partendo dall’opera dei fratelli Pedrotti, utilizzano invece il linguaggio audiovisivo per raccontare i cambiamenti del dopoguerra. I materiali filmici sono stati realizzati da numerosi interpreti, espressione di una coralità di punti vista. Emergono qui le diverse percezioni della montagna: lo sguardo dell’alpinista, del montanaro e del turista. In queste sezioni, vengono inoltre raffigurati i temi delle grandi imprese alpinistiche del dopoguerra, la ricerca della difficoltà estrema in montagna e altre tematiche centrali per la comprensione del rapporto tra l’uomo e l’ambiente alpino: le economie di montagna, le pratiche agro-silvo-pastorali, il boom economico, la viabilità, la nascita dell’escursionismo e del turismo di massa.

La decima postazione è dedicata alla coralità, una tradizione molto sentita e particolarmente diffusa all’interno della SAT, soprattutto nelle sezioni.

Il percorso espositivo si chiude con una postazione finale che riflettere sul significato del 150° anniversario della SAT. 

I materiali esposti provengono dalle raccolte dell’archivio fotografico e audiovisivo della SAT (Biblioteca della Montagna – Archivio storico Sat), dall’Archivio fotografico e dalla Cineteca della Fondazione Museo storico del Trentino, dall’Archivio storico fotografico della Provincia autonoma di Trento (Soprintendenza per i beni culturali) e da altri fondi presenti presso istituzioni e musei nazionali e provinciali (Museo Nazionale della Montagna - Cai Torino, Touriseum - Museo provinciale del turismo di Merano, Archivio Priuli & Verlucca di Torino e altri).

ORARI
Da martedì a domenica, ore 10.00-18.00. Lunedì chiuso. Ingresso libero.

Credits

 
A cura di
Alessandro de Bertolini; Riccardo Decarli;  Anna Facchini; Lorenzo Pevarello; Armando Tomasi; Michele Toss
Coordinamento generale
Roberta Tait
Segreteria organizzativa
Veronica Nicolini
Ufficio stampa
Alice Manfredi; Francesca Rocchetti
Progettazione attività didattiche
Area educativa, Fondazione Museo storico del Trentino
Traduzioni
Claudia Marsilli
Concept allestimento
Daniele Ledda, xycomm – Milano
Progetto grafico
Daniele Ledda, xycomm - Milano; con Luigi Leone; Alessandro Tonelli
Prestatori
Tommasino Andreatta;  Archivio fotografico storico della Provincia autonoma di Trento; Archivio Priuli & Verlucca (Torino); Biblioteca comunale di Trento; Biblioteca della Montagna-Archivio storico SAT; Centro Documentazione Museo Nazionale Montagna - CAI Torino;  Famiglia Aldo Lunelli; Fondazione Museo storico del Trentino; Marco Furlani; Touriseum - Museo Provinciale del Turismo (Merano)
Realizzazione allestimenti
Clio Servizi per la cultura e il territorio; Cooperativa sociale Il Gabbiano; Digital Carton; G.T.E. Elettrica di Pedrolli T. & C.;  Nerobutto Tiziano & Francesco; Video Erre di Roberto Rizzato
si ringraziano

Provincia autonoma di Trento: Servizio attività culturali; Servizio per il sostegno occupazionale e la valorizzazione ambientale
Guglielmo Banal; Lorenza Chemotti; Alessandro Pedrotti; Claudio Pedrotti; Mauro Pedrotti; Fabrizio Tamè 

Informazioni

Luogo

Trento, Le Gallerie

Piazza di Piedicastello, - 38122 Trento (TN)

Orario

Riapertura al pubblico dopo l'emergenza sanitaria: 2 giugno 2020.
Da martedì a domenica, ore 10.00-18.00.
Chiuso il lunedì, il 25 dicembre e il 1° gennaio.
Aperto durante le altre festività, salvo diversa indicazione.
Ingresso libero.

Per informazioni:

Le Gallerie

Tel. 0461 230482 - Sab., dom.e festivi: 328 3807024

Email info@museostorico.it